Polisportiva S. Lorenzo
Polisportiva S. Lorenzo

1992-1997

Al S. Lorenzo Pescantina allena per cinque stagioni, dal 1992-93 (Pulcini - annata 83-84 con l'amico Andrea Recchia) al 1996-97(Allievi 80-81 e Esordienti 84). Nel mezzo un'altra stagione alla guida dei Pulcini (93-94) e due degli Esordienti (94-95 e 95-96). In quegli anni è anche dirigente del sodalizio biancorosso, contribuendo alla sua crescita, con i presidenti Cuccuru, Donatelli e Gianbenini.  

1997-2000

Arriva al Sona M. Mazza del presidente Cinquetti grazie a un'intuizione di Alfiero "Peo" Zerpelloni, che lo nota negli allievi del S. Lorenzo e gli offre la panchina degli Allievi Regionali Sperimentali (stagione 1997-98 annata 82). L'anno seguente partecipa al campionato regionale Allievi e nel 1999-2000 a quello Juniores, centrando la finale di categoria.

Poggese
Poggese

2000-2002

E' Paolo Foroni a volerlo fortemente alla guida della Juniores Nazionale del sodalizio mantovano. Nel febbraio del 2001 il presidente Trazzi lo promuove sulla panchina della prima squadra, che condurrà alla vittoria del campionato di serie D. L'anno seguente è confermato sulla panchina della storica C2 nella travagliata avventura dei biancazzurri tra i pro. 


A.C. Mezzocorona
A.C. Mezzocorona

2002-2005

E' il ds Luca Piazzi a chiedergli di provare a risollevare le sorti dei trentini del Mezzocorona, ultimi in serie D dopo nove giornate di campionato. Gaburro entra e porta la squadra alla salvezza senza passare dai play out. Nelle due stagioni successive (2003-2004 e 2004-2005) raggiunge l'obiettivo salvezza, centrando un ottavo e un nono posto. Se ne andrà di sua iniziativa nel maggio del 2005, considerando chiuso un ciclo. 

Portosummaga
Portosummaga

2005-2006

Il presidente Francesco Mio lo chiama dopo l'esperienza trentina per raddrizzare la stagione granata, impressionato dal gioco del Mezzocorona di due anni prima. Il tecnico veronese entra alla settima giornata con la squadra ultima e inizia una risalita che dovrà forzatamente fermarsi dopo un terribile incidente stradale che lo terrà lontano dai campi per più di un mese. Rientrato comunque in panchina in primavera e nonostante nove risultati utili consecutivi, Gaburro non riuscirà ad evitare i play-out, che saranno fatali nello sfortunato spareggio contro la Biellese.

Trento Calcio
Trento Calcio

2006-2007

Entra a Trento all'ottava giornata con la squadra ultima a un punto e la porta alla salvezza (play-out vinti contro il Rivignano), confermandosi specialista delle entrate in corsa. A fine anno non trova però un accordo e rimane sul mercato alla ricerca di nuove sfide.

U.S. Altavallagarina
U.S. Altavallagarina

2007-2008

Rimasto senza squadra fino a dicembre decide di accettare la sfida proibitiva dell'Alta Vallagarina, ultima alla dodicesima giornata in serie D. Nonostante un girone di ritorno arrembante, non può evitare la retrocessione diretta in Eccellenza.

A.C. Mezzocorona
A.C. Mezzocorona

2008-2009

La parentesi di settore giovanile si riapre a Mezzocorona, dove il vice presidente Claudio Tonetti lo chiama alla guida della Berretti, oltre che per organizzare l'avventura dei giovani da dietro la scrivania. Quell'esperienza di programmazione ne arricchisce il percorso di formazione, mentre sul campo la squadra si toglie grandi soddisfazioni, con risultati di prestigio contro le professionistiche Milan, Atalanta e Brescia. 

U.C. Albinoleffe
U.C. Albinoleffe

2009-2011

Aladino Valoti lo chiama alla guida della Primavera blu-celeste, dove avrà modo di sperimentare nuove metodologie e approfondire aspetti tattici, grazie anche alla collaborazione con uno staff tecnico di prim'ordine e i consigli di Alessio Pala e Giovanni Bonavita. Dopo due stagioni nelle quali sfiora la qualificazione ai play-off, decide di non accettare l'offerta del presidente Andreoletti di diventare responsabile del Settore Giovanile Seriano e si mette alla ricerca di una nuova panchina. 

Aurora Seriate
Aurora Seriate

2011-2015

Dopo diverse sirene provenienti dalla serie C2, subentra sulla panchina della neopromossa bergamasca Aurora Seriate del presidente Aldo Terzi e la guida verso una salvezza senza play-out. Nelle tre stagioni successive rimarrà in riva al Serio a fianco del ds Mancin e sarà protagonista di tre salvezze consecutive, in una squadra che si distinguerà per qualità del gioco espresso e abilità nel lanciare giovani calciatori.

Pontisola
Pontisola

2015-2016

Rimane nella bergamasca ed approda ai blues del presidente Bonasio, che guida dopo un'esaltante stagione alla conquista dei play-off, dove soccombe al Lecco in semifinale. Continua il suo feeling con gli attaccanti, e dopo Succi, Belotti e Razzitti (passato al Brescia dopo l'ultima stagione a Seriate), favorisce l'approdo di Tommaso Lella in Lega Pro (Giana Erminio).

Caronnese
Caronnese

2016-2017

Walter Vago individua nella sua figura l'uomo giusto per sostituire Zaffaroni a Caronno e tentare il salto di categoria. Dopo una stagione costantemente ai vertici del campionato di serie D, chiude centrando ancora i play-off, uscendo contro il Varese in semifinale.

A.S.D.C. Gozzano
A.S.D.C. Gozzano

2017-2018

La grande occasione di provare a rivincere il campionato di serie D arriva con la chiamata del ds Casella e del dg Diciannove in riva al lago d'Orta, dove la compagine del patron Allesina sogna la storica promozione in C. Dopo un testa a testa durato un'intera stagione con il Como e 82 punti finali in classifica, la squadra è promossa tra i professionisti tra lo stupore di mezza Italia. 

2018-

Dopo la vittoria col Gozzano il presidente Paolo Di Nunno lo chiama a cercare di risollevare le sorti della Calcio Lecco 1912, che da sei anni milita nelle sabbie mobili della serie D. Il mandato è "all'inglese", di allenatore-manager, le ambizioni sono tante e la voglia di provare a ripetere l'impresa dell'anno precedente ancora di più.